Buon settembre a tutti

Sono stati mesi intensi… di vita e di scrittura. Non tutto è andato bene, ma oggi, ripensandoci, ogni cosa, anche quelle tristi e indesiderate, trova il proprio posto e tutto sembra andare a comporre un quadro, che è poi il cammino della vita. La cosa interessante è che in questo quadro, tra sfumature in chiaroscuro, rimangono alcuni punti fissi, luminosi, a indicare l’obiettivo del presente.

Le domande non sempre hanno risposte immediate; le persone deludono, illudono e tradiscono ma anche affascinano. La bellezza è il motore del mondo: non saranno le ingiustizie e le mancanze a farmi muovere un passo verso il compimento, solo la bellezza. Specie quando arriva così potente e inaspettata come solo l’incontro con la vita di un’altra persona può essere.

Ho scritto 4-5 racconti in questo inizio settembre, e in ognuno di loro – così diversi per genere, stile, lunghezza e taglio rispetto a quanto scritto in precedenza – sembra vivere di quest’urgenza di bellezza.

Come a dire: se le soddisfazioni sono passeggere, il compimento è eterno. E l’incompiuto s’ha da compiere.

Rispondi