Breve pensiero inutile

Forse ero piccolo. Diciamo così: ero sicuramente troppo piccolo per ricordare come andavano le cose. Fatto sta che oggi gli scandali sono all’ordine del giorno. Nella politica, nell’economia, nella società, pure nello sport. Al punto che il vero scandalo è la normalità.

Prendiamo il matrimonio. Dall’adulterio, in certi paesi punibile per legge, alle più ironiche corna, che mettono quasi simpatia. Poi si è passati dalla coppia aperta fino all’attuale mentalità aperta: non c’è neanche più la coppia. C’è la compagna, “quella” con cui esco (cos’è, un cane?). L’amante è diventata amichetta, l’amichetta amica: non c’è nemmeno più l’amicizia. Anzi, l’amicizia include un po’ di tutto. Insomma: chi ci capisce più niente?

In tutto questo il Giro d’Italia è partito dall’Olanda, Obama ha aumentato la tassa sul petrolio per arginare il danno fatto… dal petrolio, la Guzzanti ha portato un documentario a Cannes e Pannella ha fatto outing. Poi arriva sera e mi stupisco di sentirmi bisognoso della compagnia di qualcuno che mi vuole bene.

Sono proprio un tipo strano.

Rispondi