L’attesa (una canzone dei Built to Spill)

Di norma non vado a leggere i testi delle canzoni che ascolto, anche per via delle frequenti delusioni. Forse è proprio per la debolezza dei testi che la musica moderna viene definita “leggera”. Discorso a parte merita questa fenomenale band, i Built to Spill, una delle poche in grado di sorprendermi a ogni canzone. E anche i testi non sono male.

The wait è la canzone che chiudeva l’ottimo album You in reverse (2006): 5 minuti soffusi in cui veniamo coccolati come una barca dal mare, a notte inoltrata. The wait arriva dopo le distorsioni di Just a habit, l’energia di Conventional wisdom, le improvvisazioni di Wherever you go e l’eccellente escursione musicale in apertura di album (Goin’ against your mind), con gli altri brani nel ruolo di ispirati riempitivi.

Il testo è di facile comprensione (la traduzione è in fondo) e il significato pure: semplice, ma profondo e commovente come solo la verità sa essere.

Buon ascolto!

You wait
You wait
You wait for summer,
Then you wait for rain
You wait
You wait
You wait for darkness then you wait for day
Yeah, you wait
You wait
You wait

And she said patience, patience, darling
Patience, patience, it will come

You wait
You wait
You wait for August,
Then you wait for May
You wait
You wait
You wait to get up,
Then you wait to play
You wait
You wait
You wait for someone that’ll make the waiting worth the wait
You wait
You wait
You wait

And she says patience, patience, darling
Patience, patience, it will come

Traduzione mia: Aspetti l’estate / poi aspetti la pioggia / Aspetti la notte / poi aspetti il giorno / E lei dice pazienta, pazienta amore, pazienta, verrà / Aspetti agosto / poi aspetti maggio / Aspetti di alzarti / aspetti di giocare / Aspetti qualcuno che renda l’attesa degna d’essere attesa (vissuta) / E lei dice pazienta, pazienta amore, pazienta, verrà.

Leggi anche la recensione dell’album Perfect from now on »

Rispondi