Home 9 Film 9 Filmbrutti 9 Miss Cast Away (2004)

Miss Cast Away (2004)

Recensito giovedì 23 Maggio 2013
Anno: 2004
Durata: 90 minuti
Regia: Bryan Michael Stoller
Sceneggiatura: Bryan Michael Stoller
Produttore: Bryan Michael Stoller, Tony Engedal
Cast: Michael Jacksons, Eric Roberts, Charlie Schlatter

Miss Cast Away è un film scritto, diretto e prodotto da Bryan Michael Stoller, regista canadese indipendente autore di film con i cani (fatti da cane) come Un cane alla Casa Bianca e Santa stole our dog: a merry doggone Christmas.

Voto

2

Miss Cast Away è un film scritto, diretto e prodotto da Bryan Michael Stoller, regista canadese indipendente autore di film con i cani (fatti da cane) come Un cane alla Casa Bianca e Santa stole our dog: a merry doggone Christmas.

Caro, stasera cosa guardiamo? NON Miss Cast Away

Siete in un videonoleggio e state scorrendo i dvd delle commedie. Un titolo cattura la vostra attenzione: Miss Cast Away. Prendete il dvd, leggete il retro:

Il dvd di Miss Cast Away

“Un aereo trasporta le quaranta concorrenti del concorso di bellezza Miss Galassia dagli Stati Uniti al Giappone, quando all’improvviso si schianta su un’isola deserta. Non ci sono vittime, ma le naufraghe troveranno sull’isola un’insolita Arca di Noè.”

“Il misterioso agente segreto M.J., inviato del Papa, altri non è che il grande Michael Jackson in una delle sue rarissime interpretazioni sul grande schermo.”

  1. esclamate a voce alta “ma vaffanculo!”
  2. lo riponete nello scaffale
  3. scegliete un American Pie a caso
  4. uscite

Cos’è quella faccia? No! Non mi dite che avete fatto la cazzata!

Avete appena noleggiato la Bibbia del film brutto

Miss Cast Away è brutto, ma talmente brutto, che viene quasi il sospetto l’abbiano fatto apposta. E se l’hanno fatto apposta, è un capolavoro del livello di Metropolis e Quarto Potere. Ma non vorrei arrivare alle conclusioni senza aver completato la trama.

Dunque; quando i naufraghi trovano l’Arca di Noè, si imbattono nel temibile guardiano: Jurassic Pork, un maiale dinosauro alto venti metri e realizzato giustamente malissimo.

Sulle tracce dell’Arca ci sono anche il Vaticano e gli Stati Uniti, con tanto di apparizioni (1) di George Bush e (una dozzina) di Giovanni Paolo II. Purtroppo però Noè è ostaggio degli uomini-scimmia, che vogliono salpare con l’Arca scatenando così il diluvio universale per sterminare gli uomini e regnare indisturbati sul Pianeta Terra.

Sarà compito dei 2 piloti dell’aereo e delle 40 miss totalmente decerebrate fermare gli uomini-scimmia, il Jurassic Pork, la bomba atomica lanciata dal Yellow Submarine americano (per ordine del Sergent Pepper…) e riportare la pace nel mondo.

In tutto ciò assistiamo tetraplegici a un campionario completo di errori e mostruosità filmbruttesche:

  • battute glaciali da prima elementare
  • effetti speciali indecenti: animazioni da spot di Videoregione, uomini-scimmia pixelati…
  • scene di 5-10 secondi totalmente prive di senso
  • personaggi che scompaiono (senza motivo) al 30° minuto e ricompaiono (senza motivo) a fine film
  • orrende parodie di classici: Star Wars, Lo squalo, Il pianeta delle scimmie, Incontri ravvicinati del terzo tipo, Jurassic Park, Mission Impossibile, Indiana Jones e mille altri
  • Micheal Jackson
  • apparizioni casuali di cantanti e personaggi (non) famosi estratti a sorte

Il top del top, la ciliegina sulla torta, il fiore all’occhiello

Ma la cosa migliore di tutte, oltre alla presenza scenica delle miss, è C1-Picciotto, la versione siciliana del robottino di Guerre Stellari C1-P8. Arrivato sull’isola in uno dei pacchi Federelli Express (sarebbe troppo lungo spiegarvi che al protagonista – il pilota imbranato – arrivano pacchi via mare contenenti ogni bendidio), ogni volta che parla mi fa cadere dalla sedia dal ridere.

In realtà C1-Picciotto è stato spedito da Giovanni Paolo II per guidare il più impedito degli eroi alla distruzione dell’Arca di Noè. Riuscirà il Luke Skywalker dei film brutti a eludere l’intervento del porco giurassico e impedire un nuovo diluvio universale? La risposta è al minuto 90 di Miss Cast Away.

PS: i titoli di coda contengono il commento al film della mamma del regista. Non ho motivi di dubitare che la signora sullo schermo sia la vera madre di Bryan Michael Stoller, come della sua sincerità quando dice che non le è piaciuto.

1 commento

  1. Kleiner Fuchs

    Te devono inviare alla Mostra del cinema di Venezia!
    Spassosissima recensione 🙂

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.