Home 9 Film 9 Horror 9 The fog (1980)

The fog (1980)

Recensito lunedì 1 Marzo 2021
Anno: 1980
Durata: 93 minuti
Regia: John Carpenter
Sceneggiatura: John Carpenter, Debra Hill
Produttore: Debra Hill
Cast: Adrienne Barbeau, Jamie Lee Curtis, Janet Leigh

The fog è un film di John Carpenter uscito nel 1980. All'epoca Carpenter non era ancora il più grande regista horror di tutti i tempi, ma aveva acquisito una notevole notorietà grazie a Halloween (1978).
Sul suo profilo Facebook, Carpenter ha definito The fog "a little movie". Non a torto, visto quello che aveva fatto prima e soprattutto ciò che ha fatto dopo. Tuttavia se paragoniamo il piccolo The fog agli horror che circolano oggigiorno, il raffronto è impietoso.

Voto

8

The fog è un film di John Carpenter uscito nel 1980. All'epoca Carpenter non era ancora il più grande regista horror di tutti i tempi, ma aveva acquisito una notevole notorietà grazie a Halloween (1978).
Sul suo profilo Facebook, Carpenter ha definito The fog "a little movie". Non a torto, visto quello che aveva fatto prima e soprattutto ciò che ha fatto dopo. Tuttavia se paragoniamo il piccolo The fog agli horror che circolano oggigiorno, il raffronto è impietoso.

La trama di The fog

Antonio Bay, una cittadina sulla costa della California, si appresta a festeggiare il centenario della sua fondazione quando una nebbia anomala risale dal mare, generando prima strani fenomeni (vetri in frantumi, clacson che suonano da soli, oggetti che si animano…), poi qualcosa di ben più letale…

Si scopre così che i padri fondatori di Antonio Bay hanno eretto il nucleo centrale della città, inclusa la chiesa, rubando l’oro e uccidendo un gruppo di lebbrosi che cercavano riparo in quelle zone. Cento anni dopo, i lebbrosi tornano celati nella nebbia, in cerca di vendetta.

john carpenter's the fog

The fog è un piccolo film almeno quanto è un piccolo capolavoro

È vero, a differenza di tanti altri film di Carpenter, The fog è privo di messaggi forti. Carpenter non vuole comunicarci una grande verità, come ha fatto ad esempio con Fuga da New York ed Essi vivono. Ma il film non ne risente minimamente.

La storia, per quanto classica, è confezionata in maniera magistrale. Fin dalle prime scene costruisce una tensione palpabile e quando il mistero della nebbia viene svelato comincia una lotta che anche in questo caso definirei claustrofobica. Infatti, nonostante l’azione si svolga in un’intera città, lo spettatore ha la sensazione di trovarsi rinchiuso tra quattro mura come in Distretto 13 – Le brigate della morte e in La cosa.

Tom Atkins e Jamie Lee Curtis in The fog
Tom Atkins e Jamie Lee Curtis in una scena di The fog

La colonna sonora composta dallo stesso Carpenter, pur senza essere tra le sue creazioni più memorabili, è puntuale e sinistra. Efficace la scelta di zittire la musica nei momenti di maggiore tensione, quando lo spettatore sa che sta per succedere qualcosa di orribile.

Il risultato è un film che ha il gusto delle storie di paura raccontate davanti al caminetto, ma che al termine della visione vi lascerà non poco turbati.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.