La mafia è Anime nere. Con buona pace di Suburra

La mafia è Anime nere. Con buona pace di Suburra

Suburra di Stefano Sollima va forte al cinema: è tra i più visti della settimana (secondo). Un intrigo fra cosche e politica ben diretto e ottimamente recitato, ma tutto fumo (atmosfera) e niente arrosto (azione). Per non parlare del finale, pacchianamente...
Le 7 ore di Satantango

Le 7 ore di Satantango

Ci troviamo in Ungheria, al crepuscolo dell’URSS. Una sperduta fattoria collettiva è giunta al collasso: i suoi abitanti – una decina – si preparano ad andarsene, confidando di rifarsi un futuro con il denaro che arriverà dalla chiusura della...

La grande bellezza di Sorrentino

Dopo averne lette di tutti i colori su questo film – la maggioranza erano condanne pesanti, senza appello, formulate con parole difficili e citazioni importanti (Kierkegaard, Escher…) – entro in sala come un condannato a morte, prendo posto e mi dico...

La migliore offerta è quella di Tornatore

Sarà scontato dirlo, ma è incredibile il divario che c’è fra Tornatore e tutto il resto del cinema italiano. A mio parere solo Giorgio Diritti – autore di due perle come Il vento fa il suo giro e L’uomo che verrà – e il miglior Crialese –...